“Sogno”… protagonista di un viaggio (malinconico) per Osaka

Cari Amici con entusiasmo vi comunico che pochi giorni fa è stato spedito il mio quadro “Sogno” in Giappone, per la precisione ad Osaka, per partecipare ad una mostra internazionale che si inaugurerà il prossimo giugno.

Listener

Tanta l’emozione per questo evento che solo ora mi rendo conto di non avere neanche una foto adeguata per una pubblicazione, ma non me ne vogliate perché questo quadro per me ha un significato particolare pieno di emozioni che mi piacerebbe condividere con voi.

Per questo quadro nutro un profondo affetto. L’ho fatto quasi tutto d’un fiato: le mani andavano veloci imprimendo sulla tela l’emozione irrefrenabile che sentivo. Ogni segno, ogni scelta di colore è avvenuto d’impulso, ma ogni elemento nasconde un significato profondo.

Listener (1)

C’è un uomo che sosta e riflette seduto su di una panchina, rammendando una donna che ha vissuto in una città marina dove l’eco delle onde ancora si avverte.

L’ombrello li di fianco rimanda all’autunno, un autunno della vita rinforzato dal surrealismo delle caduche foglie in riva al mare. Si intuisce  che la donna non c’è più, per i colori blu/violacei che ci riportano infatti al lutto. Non è un sentirsi affranti, ma piuttosto una dolce malinconia, come un affettuoso saluto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.