Con Media Res di Gianni Savelli & CO il gusto di una suggestiva navigazione sulle rotte di Magellano

Con le morbide note del jazz di Gianni Savelli e del suo gruppo abbiamo potuto attraversare un immaginifico percorso musicale sia internazionale che tra passato e presente e scorgere affascinanti atmosfere con note tra le più classiche a quelle piene di saudade del Brasile.

Questo e non solo le emozioni che hanno saputo regalare domenica scorsa al Quirinale i partecipanti il progetto Media Res, capitanato da uno straordinario Gianni Savelli al sax tenore,  con Aldo Bassi al flicorno, Enrico Zanisi giovanissimo ma talentuoso pianista, Luca Pirozzi al contrabbasso ed Alessandro Marzi alla batteria.  Un quintetto affiatatissimo che ha saputo ben trasmettere tutta una gamma di emozioni legate a quello che è di per se un viaggio ovvero la scoperta del nuovo e dell’inatteso.

Cinque i brani in programma più uno regalato al termine del concerto che è stato trasmesso in dirette  da RAI Radio 3 attraverso i collegamenti Euroradio e diffuso in molti paesi d’Europa.

Flying over Gocius de Santu Micheli  il brano di apertura del concerto e di partenza di questa esplorazione dell’animo che ha subito trasportato e coinvolto il pubblico in questa prodigiose sonorità del sax di Savelli ben sostenute dagli altri e musicisti. Continuando lo svolgimento del concerto anche altri brani tratti dall’Album di Gianni Savelli “Magellanno” che ha anche titolato il programma della giornata proseguito con Thelxis, Kirshrot, Aria from Bachianas Brasileiras per terminare con un’allegra pacificazione di chi arriva alla sua meta ciò attraverso il brano Pacifico.

Trasmessa da questi artisti oltre ad una profonda professionalità che traspare dalla storia artistica di ogni componente il progetto Media Res, anche ad una ben leggibile armonica amicizia, che ha fatto godere agli ospiti intervenuti questo gustoso viaggio musicale del “Magellano” titolo anche del recente nuovo album pubblicato.

Nella storia di Gianni Savelli vogliamo rammentare alcune tra le molteplici ed importanti collaborazioni del mondo musicale jazz molte a livello internazionale, suona tra fra l’altro all’ “Aarhus International Jazz Festival” in Danimarca, al “Malmoe Festival” in Svezia e collabora stabilmente con alcune interessanti e spregiudicate compagini tra le quali “Corvini & Iodice Roma Jazz Ensemble” e “Six Sax” di Javier GIrotto.  Con queste  ed altre formazioni ha l’occasione di suonare, in concerto e/o in sala di registrazione, con musicisti come Carl Anderson, Lester Bowie, Randy Brecker, George Garzone, Horacio Hernandez, Jimmy Knepper, Yusef Lateef, Ray Mantilla, Bob Mintzer, Alfredo Rodriguez, Gunther Shuller.

Ma Savelli ha importanti collaborazioni anche con il mondo pop tra cui Riccardo Cocciante, Ornella Vanoni, Luca Barbarossa, Marina Rei e negli anni successivi collaborerà in studio con Renato Zero, Giovanotti, Chiara Civiello e, più recentemente, Antonello Venditti.

By E.C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.